Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
15 novembre 2016 2 15 /11 /novembre /2016 17:31
Un magico, piccolo grande museo a Randazzo CT

Da oggi 14 novembre è possibile visitare presso le cantine Al-Cantàra di Randazzo in un “magico” museo realizzato in un vecchio magazzino ristrutturato nel cuore dell’azienda, la mostra dedicata alle collezioni d’arte dell’azienda. Collezioni dedicate alle bottiglie e al vino che, anno dopo anno, hanno costituito il frutto della determinazione del suo fondatore Pucci Giuffrida, un dottore commercialista prestato alla poesia dialettale dei grandi poeti siciliani, quali Nino Martoglio, Micio Tempio etc., alla vite, al vino ed in particolare alla meraviglia della natura e delle piccole e grandi cose che essa ci offre. La creatività e la ricerca di questo instancabile uomo ne hanno fatto un collezionista involontario anche di opere d’arte.

Dal vino al quadro il passaggio è stato praticamente obbligato e il responsabile è stato il tappo. Stappiamo l’arte è stato lo sdoganamento e quindi la chiave per accedere al quadro e alle mille e mille sfaccettature che esso innesta nella fantasia popolare dei più sprovveduti ma anche in raffinati intenditori e critici d’arte. “Stappiamolarte” quindi è il titolo di questa nuova fatica affrontata e portata a termine unitamente all’associazione culturale Studio 71 di Palermo e ai tantissimi artisti che da tempo con essa collaborano.

Il 13 novembre, in una giornata straordinaria, Pucci ha aperto al pubblico le “porte” del suo vigneto e delle sue collezioni a quanti avessero voglia di vedere ciò che fino a quel momento fosse stato realizzato.

Un pubblico numerosissimo, impensabile e imprevedibile, si è riversato in ogni spazio libero del vigneto e delle cantine. Mentre la voglia degli artisti che partecipavano con le loro opere alla mostra “Stappiamolarte” - il cui ricavato dalla vendita all’asta di beneficienza sarà devoluto interamente a due enti (rispettivamente di Catania e di Palermo) che si occupano di infanzia abbandonata - era quella di vedere come fossero state sistemate le opere nel futuro museo antropologico e d’arte contemporanea che è stato individuato nel magazzino ristrutturato dal quale si domina tutto il vigneto e l’uliveto dell’azienda.

È stata per tutti una sorpresa. L’allestimento della mostra curato da Cartura è ineccepibile in ogni particolare; le opere, alcune delle quali molto pregevoli - quali quella di Alessandro Bronzini con il suo Lo stappatore, “Lu Disìu” di Sara Mineo, "Dualità tappata e sigillata" Arte da asporto #1(con effetti collaterali da trasporto) di Gianni Maria Tessari, la moto 10 HP realizzata con tappi da Totò Calò e il "Blu wine" di Anna Balsamo, la straordinaria Scatola dei desideri inebrianti di Pina D’Agostino o il Pranzo è servito di Naire Feo, “La pelle dell’uva” di Rodolfo La Torre, lo spumeggiante Inno alla Vita di Ninni Iannazzo assieme a quelle di altri cinquantacinque autori che hanno aderito a questa magnifica iniziativa e che in calce citerò - avevano in sé e si “portavano” dietro il tappo perché l’idea era quella di rendere immortale, di elevare a opera d’arte il tappo.

Eccolo protagonista quindi in questa speciale mostra dal titolo Stappiamolarte, il sigillo, il tappo, ciò che da sempre e per sempre o per poco ha chiuso la bottiglia e che si avvia lentamente e per volere superiore a lasciare ad altri ciò che da sempre lo ha contraddistinto. Scrive Vinny Scorsone nel suo testo in catalogo un soliloquio del tappo “… Vivo in attesa, un’attesa perenne e nel frattempo sogno e mentre sogno so. So che non sentirò il freddo avvinghio del vetro, né verrò lambito dal nettare odoroso che mi inebrierebbe se solo riuscissi ad assaggiarlo.

Aspetto paziente insieme ai miei fratelli, tutti uniti da un’unica sorte, pervasi dalle stesse paure, dalle stesse insicurezze e domande.

Cosa accadrà adesso? Ora che a nulla serviamo, quale sarà la nostra sorte? …”

Le attese sono quelle rappresentate da Maria Pia Lo Verso nel suo straordinario scatto che ci ricorda l’attesa del tappo “insieme ai suoi fratelli” ma per intanto gli artisti lo hanno elevato ad opera d’arte. Vetrificato come nel caso di Mario Lo Coco o dipinto come lo rappresenta Caterina Rao, di una cosa potrà essere certo il tappo, il suo tempo non è finito, rimarrà nella storia perché Pucci Giuffrida e Francesco Scorsone ne hanno voluto fare non un oggetto da riciclare ma da elevare ad opera d’arte a futura memoria affidandolo alla creatività degli artisti: Antonella Affronti, Luciana Anelli, Sarah Angelico, Enzo Angiuoni, Liana Taurini Barbato, Marisa Battaglia, Adastro Brilli, Nino Bruno, Antonino Bucaro, Rosaria Caniglia, Sebastiano Caracozzo, Bartolo Conciauro, Elio Corrao, Giulia Cosentino, Evelin Costa, Enzo D’Alessandro, Angelo Denaro, Annachiara Di Pietro, Filippo Fasanaro, Marella Ferrera, Giuseppe Gargano, Ettore Gazzara, Tiziana Gazzara, Pippo Giambanco, Carla Horat, Lucia Iadanza, Piera Ingargiola, Leonardo La Barbera, Caterina Lala, Antonino Liberto, Alessio Lo Prete, Gabriella Lupinacci, Silvana Magnis, Pino Manzella, Rosalia Marchiafava Arnone, Daniela Marcianò, Loredana Mazza, Antonietta Mazzamuto, Giusy Megna, Enrico Meo, Sebastiano Parasiliti, Massimo Piazza, Francesco Pintaudi, Salvatore Pizzo, Pippo Ragonesi, Mariella Ramondo, Alfredo Rizzo, Raffaele Romano, Cetty Scuto, Tommaso Serra, Turi Sottile, Anna Torregrossa, Ilia Tufano, Tiziana Viola Massa e Carmela Zuccarello, oltre che a quelli già citati prima.

Le opere sono visitabili nel sito internet dell’Al-Cantara http://www.al-cantara.it/news/stappiamo-larte/ o presso l’azienda Al-Cantàra preferibilmente il sabato prenotandosi per tempo telefonando al n. 095 222644 fino al mese di Febbraio 2017. Catalogo con testi di Aldo Gerbino, Stefano Gurrera, Vinny Scorsone e Sara Zappulla Muscarà, € 20,00.

Palermo, 14.11.2016 Francesco M. Scorsone

Condividi post

Repost 0
Francesco Scorsone
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di scorsone francesco
  • Blog di scorsone francesco
  • : è un blog che si occupa essenzialmente di articoli su mostre di arte contemporanea e di attualità ad essa collegata. Di tanto in tanto interventi con articoli sul costume e sulla società.
  • Contatti

Link